Guida sul Taglio delle Pelli e il loro valore

INTRODUZIONE

Pochi conoscono l’enorme importanza che riveste la parte di animale utilizzata nella realizzazione del prodotto finito in funzione sia della tipologia di oggetto che si intende acquistare che della pelle utilizzata per realizzarlo.

Bisogna innanzitutto circoscrivere la tipologia di pelle in esame. Considerazioni diverse vanno fatte se utilizziamo pelli classiche come quella di vitello oppure esotiche come l’alligatore, l’iguana o il pitone.

VITELLO

Nel caso del vitello, una prima valutazione va fatta sulla qualità di pelle utilizzata: se si tratta di pieno fiore piuttosto che di crosta, se prima o seconda scelta o gradi ancor più bassi.

Noi utilizziamo esclusivamente pelli di vitello intero o mezzi vitelli naturali di prima scelta provenienti dalle Alpi e allevati allo stato semi-selvatico o in stalla perché forniscono un prodotto elastico, morbido, traspirante e dal fiore impeccabile.

Può trattarsi di pelli soft (morbide), semi-soft (semi-morbide) o semi-rigide secondo la destinazione, tinte in botte, rifinite all’anilina o semi-anilina e conciate al cromo con rimonta vegetale e quasi sempre idrofughe.

Pelle di Vitello SOFT-GRAIN

Pelle di Vitello SOFT-GRAIN

Vitello stampa SAFFIANO

Vitello stampa SAFFIANO

Vitello liscio BOX Pienofiore

Vitello liscio BOX Pienofiore

Vitello Bottalato Naturale Grana Media

Grana Media

Vitello Stampa Saffiano Grana Fine

Grana Fine

>

Una caratteristica distintiva di alcune gamme di accessori è l’utilizzo di pelli palmellate (stampate) e bottalate naturalmente o delicatamente ribattute, come la pelle Saffiano, con una grana media o piccola secondo la resa estetica. Più specificatamente, per realizzare cinture e borse, usiamo una grana grande o media che impreziosisce e arricchisce il pieno fiore mentre sulla piccola pelletteria può essere preferibile una grana media o piccola che si traduce in un motivo delicato.

Sempre tra borse e cinture è possibile trovare prodotti realizzati con pelli lisce di prima scelta, morbide, elastiche, con colorazioni dalle più classiche a quelle stagionali oppure con croste, che per la loro struttura, sono più adatte per la realizzazione di accessori rigidi che mantengano la forma.

Nelle pelli esotiche troviamo due tagli principali :

Back Cut (taglio sulla pancia – viene preservato il dorso integro): sicuramente meno diffuso, utilizzato nei serpenti di terra o d’acqua, ma anche su lucertole, iguane, varani, lizard ed alcuni pesci e mammiferi, si distingue da animale ad animale ed è tanto più evidente quanto più differiscono le eventuali squame e la consistenza della pelle in una determinata specie.

Front Cut ( taglio sul dorso – viene preservata la pancia integra ): molto usata in particolare nei serpenti e nei pitoni, è evidente in quanto presenta al centro, longitudinalmente, la distintiva squama principale che sta a contatto con il terreno permette loro di avanzare strisciando.

COCCODRILLO e ALLIGATORE

Nel caso di coccodrillo o alligatore è possibile utilizzare l’intero animale, realizzando un prodotto senza giunte che conserva il pattern distintivo dell’animale nelle sue varianti partendo dalla testa per arrivare sino all’inizio della coda, comportando un alto costo di realizzazione. Sovente, per contenere i costi ma anche per scelte estetiche, è possibile utilizzare fianchi, coda o dorso.

Coccodrillo / Alligatore Interno Pancia “Belly” (Viene preservata la pancia integra)

Pancia di Alligatore (Belly)

Pancia di Alligatore “Belly”

L’utilizzo della pancia e le aree attigue è comune nella produzione di portafogli di lusso o di cinture intere prive di giunte, destinate ad una clientela esigente.

Ciò comporta lo sfruttamento dell’intera superficie dell’animale per realizzare l’articolo, soprattutto nel caso di cinture o borse, generando però un ampio scarto di prodotto che non sarà altrimenti utilizzabile.

La tipicità di un prodotto realizzato in questo modo è un motivo che varia con il cambiare naturale della pelle del rettile pur conservando la sua uniformità e naturalezza. Unico neo è il costo del prodotto finale, che sarà di svariate migliaia di euro causa l’elevato scarto.

Coccodrillo / Alligatore Dorso “Hornback” (Viene preservato il dorso integro)

Dorso di Alligatore (Hornback)

Dorso di Alligatore “Hornback”

Di minore diffusione ma non meno pregiato è l’utilizzo del dorso, ovvero la porzione di pelle che corre lungo la dorsale di coccodrilli, alligatori e caimani, partendo immediatamente dietro la testa per arrivare fino alla coda: è composto da quattro file di osteodermi, ovvero placche ossee sormontate dal derma che formano la corazza protettiva dell’animale.

Se si desidera un articolo di sicuro effetto visivo, ed estremamente diverso al tatto, un accessorio realizzato in hornback è certamente particolare e quasi unico.

Fianco di Coccodrillo o Alligatore

Fianchi di Coccodrillo Nabuccato

Fianchi di Coccodrillo Nabuccato

L’utilizzo del fianco di coccodrillo consente di avere un prodotto di elevatissima qualità con una struttura omogenea in grani tondi di diverse dimensioni senza l’utilizzo di giunte fino a circa 100cm di lunghezza, misura oltre la quale è necessario congiungere due differenti fianchi e qui entra in gioco la maestria dell’artigiano che, se abile ed esperto, incollerà le parti modificando minimamente la texture originale.

Coda di Coccodrillo o Alligatore

Più raramente, causa la scarsa disponibilità, realizziamo cinture e portafogli con la coda di coccodrillo, il cui costo è paragonabile al fianco ma presenta un motivo completamente differente e talvolta preferito da alcuni clienti: è costituito da rettangoli di dimensioni pressoché omogenee.

La coda, per la sua intrinseca struttura, può essere unicamente lavorata con giunte trasversali la cui peculiarità in questo caso diventa una nota distintiva che impreziosisce il risultato finale.

PITONE

Le pelli di Pitone Molurus o Reticolato, per evitare la presenza di giunte, devono essere tagliate longitudinalmente. Essendo il motivo caratteristico di questo animale particolarmente evidente al centro dove c’è la squama più larga che sta a contatto con il terreno, solo una cintura può essere realizzata con il taglio centrale quando si effettua il back-cut.

Nel caso del fron-cut in cui viene preservato il dorso del serpente a discapito della pancia e della sua squama più grande, avremo un motivo semi-regolare diamantato ampio ed evidente nella zona centrale ed uno differente, altrettanto bello ma meno pregiato, agli estremi.

Pitone Taglio Frontale (Front Cut)

Pitone Taglio Frontale “Front Cut”

Pitone taglio posteriore (Back Cut)

Pitone taglio posteriore “Back Cut”

Cinture di Pitone, dall’alto tagli : laterale superiore, centrale, laterale inferiore

Cinture di Pitone, dall’alto tagli : laterale superiore, centrale, laterale inferiore

Nel caso di realizzo di una cintura, quella ottenuta con la parte centrale del serpente, sia essa frontale o posteriore, avrà un valore di gran lunga maggiore rispetto a quelle ottenute con le parti laterali essendo possibile ottenerne solo una da una singola pelle.

Per la realizzazione di piccola pelletteria, quali portafogli da uomo o da donna, accessori etc. è importante l’artigiano riporti il motivo principale al centro del prodotto onde esaltarne la bellezza e la preziosità.

Taglio trasversale

Esistono prodotti realizzati con il taglio trasversale del pitone: la pelle viene tagliata in piccole strisce che poi vengono attentamente affiancate, realizzando un motivo che si discosta dal disegno naturale dell’animale ma particolarmente piacevole in certe colorazioni. Sebbene richieda una maggiore lavorazione, il prodotto finale risulterà più economico in quanto comporta uno scarto ridotto di pelle.

IGUANA e LUCERTOLA

La lucertola e le specie simili quali Varano, Iguana o Tejus, sono di dimensioni inferiori rispetto ad altri rettili e consentono, con un unico taglio, di realizzare cinturini per orologi, portafogli o piccole pochette mentre borse, cinture e pelletteria di dimensioni medio/grandi richiederanno la presenza di giunte dovendo unire più pelli tra loro.

I prodotti realizzati in lucertola sono sovente costituiti da parti trasversali unite con minuziosa attenzione tra loro: la bellezza del prodotto realizzato sta nell’uniformità delle giunture che devono notarsi solamente ad un esame scrupoloso e fornire un motivo ripetuto e quanto più possibile omogeneo lungo tutta la cintura, borsa o scarpa.

Per la realizzazione di borse e scarpe sarà necessario usare più di una pelle: in questo caso anche la scelta riveste un ruolo particolarmente importante in quanto non essendoci due pelli perfettamente uguali, sarà assegnata all’abilità dell’artigiano l’identificazione di pelli quanto più simili onde evitare notevoli differenze di texture sul prodotto finito.

RAZZA

L’estrema difficoltà e specializzazione che richiede la razza, a causa della sua durezza anche una volta lavorata, fa si che solo pochi artigiani dispongano dell’adeguata maestria per la creazione di prodotti di alta qualità.

Cintura in Pelle di Razza

Cintura in Pelle di Razza

L’abilità nella lavorazione di questa fantastica pelle (detta Galuchat, nome dell’inventore di questo metodo) sta nel mantenere la superficie mosaicata omogenea e stirata esaltando i cunei diamantati perlacei (chiamati “occhi”) tipici della zona dorsale.

La cucitura riveste un ruolo fondamentale in quanto talmente difficoltosa da richiedere l’ausilio di apposite macchine. Il prodotto finale sarà però invidiabile e distintamente unico poiché non esistono due animali con identica striatura dorsale e colorazione.

STRUZZO

La particolarità dello struzzo è che solo il Front Cut risulta prezioso in quanto unica parte dell’animale ricoperta dai tipici follicoli, punto di congiunzione tra piume e pelle, segno distintivo unico ed inimitabile.

Pelle di Struzzo

Pelle di Struzzo

Per realizzare piccola pelletteria non saranno necessarie giunte in quanto un’unica pelle dal costo molto elevato (seconda solo ad alligatore o coccodrillo ) sarà sufficiente. Se l’articolo dovesse essere particolarmente lungo, come può accadere per cinture di oltre 90cm di vita, seppure con taglio trasversale ( che sfrutta la maggior parte di superficie utile ), sarà indispensabile una giunta per mantenere uniforme la struttura diamantata determinando così un ampio scarto.

Nel caso di borse o scarpe l’abilità è quella di mantenere il pattern maculare originale seppur ovviamente costretti a dover unire più parti tra loro.

Guida sul Taglio delle Pelli e il loro valore ultima modifica: 2014-08-24T19:07:51+02:00 da Casanova1948